Articoli

Sezione dedicata ai contributi letterari e racconti di viaggi dei nostri soci.

... continuazione "Una mappa tridimensionale della galassia e un'occhiata più attenta al nostro "vicinato" "

  • Di Manuela Baroni
 
   

Ogni telescopio è costituito da 3 specchi rettangolari e curvi, per una lunghezza focale di 35 metri e field of view di 1.58 x 0.69 gradi. Lo specchio più grande misura 1.4 x 0.5 metri. La produzione degli specchi ha richiesto più di due anni, di cui la lucidatura ha richiesto più di 6 mesi, per ridurre la ruvidità superficiale a qualche nanometro e garantire i parametri di performances riportati all’ inizio dell’ articolo.

Altri 6 mesi sono stati necessari per allineare perfettamente gli specchi dei telescopi.

 

 
Lo specchio piu’ grande “ M1”

Lo specchio piu’ grande “ M1”

 

Lo specchio “ M3”

Lo specchio “ M3”

 

Foto dell’ integrazione delgi specchi sul ‘Torus’

Foto dell’ integrazione delgi specchi sul ‘Torus’

 

Entrambi i telescopi focalizzano la luce delle stelle sullo stesso piano focale (Focal Plane Assembly), che ha una superfice di 0.7 m2 ed è composto da 106 CCD sovradimensionati, sviluppati specificamente per Gaia, per una capacità totale di circa 1 Gpixel.

Il Focal Plane e i diversi tipi di CCDs che lo compongono

Il Focal Plane e i diversi tipi di CCDs che lo compongono

 

Foto dell’integrazione dei CCD sul Focal Plane

Foto dell’integrazione dei CCD sul Focal Plane

 

Attualmente (Ottobre 2012), Gaia e’ in piena fase di test. Due tra i tests più critici si sono conclusi con successo (test termici sul Service Module e di vibrazione sul Paylaod) e sono in corso i test di vuoto termico sul Payload.

 

Il Payload pronto per essere chiuso nella camera termo-vuoto in CSL a Liege (Belgio)

Il Payload pronto per essere chiuso nella camera termo-vuoto in CSL a Liege (Belgio)

 

Una volta conclusi i tests sul Payload, questo può essere integrato sul service Module. A questo punto lo spacecraft completo sarà sottoposto agli ultimi tests di verifica, meccanici e termici.

Se tutto va bene, la data attuale di completamento dello spacecraft è Settembre 2013. Gaia verrà quindi preparata per il trasporto oltre oceano, insieme a tutto l’equipaggiamento di terra (GSE = Ground Support Equipment) e caricata a bordo di un Antonov. La campagna di lancio durerà 10 settimane.

 

Foto del caricamento a bordo di un Antonov di una missone passata

Foto del caricamento di un Antonv di una missione passata
Foto del caricamento a bordo di un Antonov di una missone passata

Attualmente la data di lancio prevista è a fine 2013, dal Centro Spaziale della Guyana Francese (CGS), a bordo di una Soyuz.

   

Continua>>>

Sede Legale: Osservatorio Astronomico Provinciale di Montarrenti, SS. 73 Ponente, Sovicille (SI).
Indirizzo Postale: C.P. n° 79 - 53100 Siena Centro
e_mail: info@astrofilisenesi.it

Per commenti, suggerimenti o quant'altro su queste pagine: E_mail WebMaster