OSSERVATA RARA MICROLENTE GRAVITAZIONALE ALL'OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI MONTARRENTI (SI)

 

Nell’agosto scorso, il satellite europeo Gaia ha individuato nella costellazione del Cigno, un raro fenomeno di microlente gravitazionale denominato Gaia 16aye.

L’effetto si verifica quando i raggi di luce di una stella lontana sono amplificati da un oggetto massiccio situato esattamente tra l’osservatore e la stessa stella che funge appunto da lente.

L’unicità dell’evento - rappresentato anche nella “Image of the week” del sito Internet Esa dedicato a Gaia http://www.cosmos.esa.int/web/gaia/IoW_20161027 - è data dal fatto che statisticamente, l’effetto di microlente nei bracci esterni della nostra galassia, avviene in una stella ogni cento milioni!

Per indagare e caratterizzare l’esatta natura del fenomeno, è stato attivato il Gaia Science Alert Network, un gruppo di osservatori professionali sparso in tutto il mondo dedicato al follow-up degli oggetti transienti scoperti da Gaia.

L’Osservatorio di Montarrenti (SI), attualmente unico osservatorio amatoriale, partecipa al network dopo aver superato un’ intensa fase di addestramento e verifica che si è conclusa con l’assegnazione delle credenziali di accesso al Cambridge Photometric Calibration Server, la risorsa condivisa dove vengono concentrate e rese omogenee le misure fotometriche dei diversi transienti osservati dal gruppo.

 

Il fenomeno osservato ha mostrato una curva di luce con la caratteristica forma ad U ed improvvisi forti aumenti e diminuzioni di luminosità dell’oggetto che è sempre stato in quiescenza.

 

Queste particolarità hanno suggerito che il sistema che funge da lente non è un singolo oggetto ma bensì doppio: due stelle o perfino la possibilità che uno dei componenti del sistema possa essere un pianeta o un buco nero.

 

Secondo il modello previsionale sviluppato dall’Università di Varsavia, la stella avrà un nuovo aumento di luminosità entro la terza settimana di novembre. L’osservazione fotometrica dell’evento, affiancata da misure spettroscopiche, sarà di cruciale importanza per aiutare a risolvere il puzzle dell’esatta natura delle componenti del sistema binario.

 

Il team dell’osservatorio di Montarrenti (S. Leonini, M. Conti, P. Rosi, L.M. Tinjaca Ramirez) continuerà a seguire l’esotico Gaia 16aye, perfetto esempio dell’importanza delle osservazioni, anche amatoriali, che possono fornire sicuro contributo ed enorme interesse scientifico.

 

Simone Leonini


Gaya 16aye indicata dal marker - Montarrenti Observatory

Curva di luce di Gaia 16aye. Linea nera intera modello microlente gravitazionale; punti colorati osservazioni di follow-up del Gaia Science Alert Network (ogni colore indica diverso osservatorio). Credit: ESA/Gaia/DPAC, P.Mroz, L.Wyrzykowski (Warsaw)

Sede Legale: Osservatorio Astronomico Provinciale di Montarrenti, SS. 73 Ponente, Sovicille (SI).
Indirizzo Postale: C.P. n° 79 - 53100 Siena Centro
e_mail: info@astrofilisenesi.it

Per commenti, suggerimenti o quant'altro su queste pagine: E_mail WebMaster